Acquisizioni e Fusioni-Merger and Acquisition

Acquisizioni e Fusioni-Compravendita di Aziende
Merger & Acqusition Contratto W&I-LBO

Il trasferimento di rischio ottimale per una garanzia dell’ investimento fatto
Questo “contratto” garantisce il rischio sotteso alle operazioni di compravendita di azienda: copertura a “specchio” delle dichiarazioni e garanzie rilasciate dal venditore al compratore a fronte dell’avvenuta operazione.

Cosa stanno affrontando le Società in questo periodo?

  • Incertezza e Crisi Economica;
  • Difficoltà a reperire liquidità;
  • Aumento delle cessioni di Aziende e Rami di Aziende;
  • Aumento di acquisti “a saldo” di Aziende Italiane da parte di Investitori Esteri;
  • Aumento della litigiosità (p.es. mancati pagamenti di fornitori, insolvenza);
  • Richiesta di maggiore serenità di entrata/uscita in Compravendita aziendale.

Il contratto W&I e LBO

Il contratto W&I viene stipulato quando esiste un contratto di compravendita ove esistono chiaramente un compratore (seller) ed un venditore (buyer). Tale contratto di compravendita viene denominato SPA. E’ normale che nella trattativa il seller chieda al buyer determinate garanzie e viceversa. Lo SPA, pertanto,  subisce, dalla prima stesura, modifiche a seconda delle esigenze dell’una o dell’altra parte .

Non è possibile iniziare una trattativa di questa natura (W&I) senza che ci sia la bozza dello SPA, come non è possibile garantire con lo stesso assicuratore le due parti. Occorre pertanto che le parti che richiedono la garanzia, sia il seller che il buyer, stipulino con due SOCIETA’ distinte il contratto.

Le società che attualmente coprono questi rischi nel panorama mondiale sono: AIG, ACE, CHUBBS, THE HARFORTH ed ALCUNI COMITATI DI SOTTOSCRIZIONE DEI LLOYDS DI LONDRA.

Se il seller chiede pertanto delle garanzie al buyer, la procedura “normale” prevede che il buyer rilasci al seller delle fidejussioni bancarie a garanzia; ma è risaputo che, se la cifra richiesta fosse, per es.,  € 5.000.000,00, il buyer per ottenerla deve obbligatoriamente vincolare titoli, denaro, obbligazioni, ecc… alla banca emittente la garanzia e cioè fisicamente deve versare soldi in caso di titoli, denaro, obbligazioni con le relative conseguenze di perdità di capacità di liquidità.

Cosa fa dunque il contratto W&I ? Praticamente SOSTITUISCE LE GARANZIE BANCARIE CON UN CONTRATTO DI ASSICURAZIONE che pertanto non prevede il blocco titoli, fidejussioni, ecc… , ma solamente un premio, oltretutto detraibile come costo aziendale. E’ LA COPIA SPECULARE DELLO SPA e cioè si prende lo SPA e in accordo con la compagnia, i legali delle parti “Trasformano” lo SPA in polizza, e una volta redatto il contratto dai legali delle parti corredato dalla due diligence, che viene controllata e rifatta da uno studio legale beneviso dalla compagnia e si procede.

L’opportunità offerta dai contratti W&I

  • Il contratto proposto, in uno scenario “critico” rappresenta una alternativa per reperire capitali freschi/liquidità;
  • Offre, inoltre, una tutela di tutte le responsabilità, sia del venditore, sia del compratore, del rischio derivante dal contratto di Cessione-Acquisto;
  • Copertura bilaterale Seller/Buyer;
  • Capitale sempre disponibile per effettuare nuove operazioni di M&A;
  • La copertura qui offerta garantisce certezza e copre il rischio imprenditoriale nel valutare gli Assets di futuri investimenti.

Il contratto W&I – Principali Esclusioni

  1. Fatti noti (cioè le circostanze che sono emerse nella disclosure letter o dalla due diligence del buyer);
  2. Multe e ammende non assicurabili per legge;
  3. Garanzie relative ad eventi che si concretizzeranno in un momento futuro (forward looking statements

Cosa non copre la W&I ? I FATTI NOTI.

Esiste anche per questo problema la soluzione con un contratto chinato LITIGATION BY OUT (LBO) che copre i fatti noti.

Il contratto LBO-Litigation Buy-out

Trasferimento del rischio derivante dall’incertezza dell’esito di una causa pendente:

  • La causa si contestualizza nell’ambito di un’operazione di compravendita aziendale ostacolando il processo divendita;
  • La copertura viene creata ad hoc sulla base del rischio concreto.

Processo di quotazione

 

  • Richiesta iniziale
  • Analisi del rischio
  • Rilascio quotazione non vincolante
  • Coinvolgimento di avvocati esterni
  • Rilascio quotazione definitiva   Eventuali Modifiche
  • Negoziazione copertura   Eventuali Modifiche
  • Contratto Finale   Eventuali Modifiche
  • Chiusura operazione

Dalla richiesta iniziale alla chiusura operazione passano circa 14 giorni.